lavoro ridotto

 

Le ore di lavoro perse in ragione delle misure di prevenzione contemplano anche le ore di lavoro dedicate alla riorganizzazione dei processi (p. es. installazione di una postazione di telelavoro) e le interruzioni di lavoro dovute all’accudimento dei bambini oppure al sostegno prestato ai propri cari in situazione di vulnerabilità e confinamento? Questi tre casi possono essere presi in considerazione nel calcolo delle ore perse?
Soltanto le ore perse danno diritto a un’indennità per lavoro ridotto. Non è possibile conteggiare le ore spese per riorganizzare procedure e postazioni di lavoro, né le ore in cui, per un qualsiasi impedimento, non è stato possibile prestare servizio. Per quanto riguarda l’accudimento dei bambini in età inferiore ai 12 anni, le interruzioni di lavoro per un massimo di tre giorni sono pagate dal datore di lavoro; al di là di questa durata i lavoratori possono richiedere l’indennità di perdita di guadagno presso la cassa cantonale di compensazione (necessaria la firma del datore di lavoro). L’indennità è versata al datore di lavoro. Il diritto all’indennità è sospeso durante le vacanze scolastiche.

La soglia minima del 10 per cento per la perdita di ore di lavoro vale per ogni collaboratore? In altre parole: possono essere conteggiate soltanto le ore perse da quei collaboratori che hanno superato questa soglia e, di conseguenza, se la perdita è solo del 5 per cento non può essere conteggiata alcuna ora di lavoro persa?
No, la soglia minima del 10 per cento vale per tutta l’azienda e non singolarmente per ciascun collaboratore. Le ore indicate nel modulo di conteggio si riferiscono all’azienda oppure a un dato reparto. Può dunque essere conteggiato il totale delle ore di lavoro perse (totale delle ore perse nel modulo di conteggio ILR).

Su quali criteri poggia esattamente lo statuto di «dirigente»? Bisogna essere membro del Consiglio di amministrazione, della direzione e disporre di un certo numero di quote? Se in uno studio i dirigenti rivestono solo a tempo parziale la mansione dirigenziale e per il resto del tempo lavorano in seno all’azienda come gli altri salariati, come si calcola l’indennità?
Tutte queste categorie di salariati hanno diritto all’indennità, tuttavia in caso di lavoro ridotto vale un tetto massimo di 4150 franchi per un tasso di occupazione del 100 per cento. È obbligatorio registrare la durata del lavoro, per farlo basta una semplice tabella Excel.