pericoli naturali

Molti danni dovuti ai pericoli naturali nascono da errori di progettazione che avrebbero fondamentalmente potuto essere evitati. Per promuovere una progettazione e una costruzione sostenibile sotto il profilo dei pericoli naturali, la SIA ha dichiarato questi ultimi un tema chiave, definendo i primi campi di azione.

Assieme a diversi partner, fra i quali anche la SIA, nel 2011 l’Ufficio federale per l’ambiente (UFAM) ha lanciato il progetto Aufgabenteilung zwischen Versicherungen und der öffentlichen Hand im Bereich Naturgefahren (Ripartizione di compiti fra assicurazioni e istituzioni pubbliche nel settore dei pericoli naturali). Se si vuole che l’assicurabilità del rischio rimanga sostenibile anche in futuro, tutti i partner devono fornire il loro specifico contributo.

Il risultato del progetto, conclusosi nell’autunno 2012, è un pacchetto di misure con le seguenti priorità:

  • Sviluppo di un metodo per la definizione del grado di protezione sulla base del rischio;
  • Diffusione e promozione del Dialogo Rischio Pericoli naturali (cfr. anche www.planat.ch);
  • Introduzione di un’assicurazione nazionale contro i terremoti;
  • Creazione di un programma comune di formazione nel campo del pericoli naturali;
  • Realizzazione di una piattaforma di coordinamento per la collaborazione fra istituzioni pubbliche e assicurazioni nel campo dei pericoli naturali;
  • Allestimento di una piattaforma nazionale SIG su pericoli naturali e rischi;
  • Elaborazione di direttive per lo sviluppo degli insediamenti che tengano conto dei rischi;
  • Predisposizione di un quadro normativo vincolante per l’edilizia sostenibile sotto il profilo dei pericoli naturali;
  • Studio di sistemi di incentivi per la promozione di misure di protezione degli edifici.