10.01.2019 | Kommunikation SIA

Buono il fine, non i mezzi: Le associazioni svizzere dei progettisti respingono all’unisono l’«iniziativa contro la dispersione degli insediamenti»

Il 10 febbraio 2019, il popolo svizzero sarà chiamato alle urne e dovrà esprimersi in merito all’iniziativa contro la dispersione degli insediamenti. Tuttavia, a detta delle associazioni svizzere dei progettisti, la soluzione, proposta con lo scopo di porre freno alla frammentazione del paesaggio, non contempla gli strumenti necessari per risolvere efficacemente il problema. Le associazioni SIA, FSU, FSAP e FAS sono infatti fermamente convinte che, per impedire il continuo dilagare della dispersione insediativa, esistano già degli strumenti efficaci: la prima fase della revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 1) e l’attuale disegno di legge per la seconda fase della revisione (LPT 2) su cui il Parlamento federale dovrà deliberare nell’estate del 2019.