30.08.2019 | sia online | Comunicazione SIA

Profilo professionale dell’architetto

È un dato di fatto: la professione dell’architetto è protagonista di continue trasformazioni. Talvolta i cambiamenti sono così profondi da rendere necessaria una pausa di riflessione, un momento di distacco, in cui considerare la disciplina in un contesto sociale ed economico più vasto.

Il «Profilo professionale dell’architetto» è una presa di posizione in tal senso.

La pubblicazione è stata elaborata su incarico della Conférence suisse des architectes (CSA) – un’organizzazione composta da diverse associazioni professionali che rappresentano gli architetti della Svizzera (FAS, SIA – per il tramite del proprio gruppo professionale Architettura, e FSAI). La CSA cura le relazioni tra Paesi e lo scambio tra le associazioni affiliate, in merito a temi di interesse nazionale.

I lavori per la stesura del «Profilo professionale dell’architetto» hanno avuto inizio nel 2015; un gruppo di lavoro (composto dai membri delle tre associazioni professionali sopra menzionate) ha approcciato il tema con workshop e approfondite discussioni. Ora il risultato di tanto lavoro è tangibile e si concretizza in un documento compatto e di facile consultazione, tradotto nelle tre lingue nazionali. La pubblicazione descrive il ruolo centrale che l’architetto riveste per diversi gruppi di interlocutori, sia da una prospettiva esterna, con effetti sulla sfera dei committenti e di altri gruppi d’interesse, sia verso l’interno, con effetti intrinseci, che influenzano la disciplina stessa.

Il «Profilo professionale dell’architetto» rappresenta l’ampio spettro di responsabilità che l’architetto è chiamato ad assumersi nell’esercizio della professione e costituisce una base su cui riflettere in vista della futura evoluzione della disciplina.